ETERNO RITORNO-Il nuovo romanzo di Lorenza Pellegrini-

Romanzo doppio tempo

"Non si scrive perchè si vuol dire qualcosa; si scrive perchè; si ha qualcosa da dire."
Francis S. Fitzgerald (L'età; del jazz e altri scritti)

News

 

Lorenza in Facebook

Lorenza Pellegrini


eterno ritorno

Eterno Ritorno

Vai alle prime pagine del romanzo

Doppio Tempo
Lorenza vista da Noemi
 
Lorenza Pellegrini
Blog di Lorenza Pellegrini
Firma il Guestbook

Firma il Guestbook
Leggi i Guestbook

Leggi il Guestbook

Iscriviti alla Mailing List

Se vuoi essere avvertito quando aggiorno il sito iscriviti alla mailing list.
Il tuo indirizzo e-mail sarà utilizzato unicamente per ricevere notizie da questo sito
il tuo indirizzo e-mail:

Eterno Ritorno il nuovo romanzo

Presentazione ETERNO RITORNO A CORNIGLIOPresentazione ETERNO RITORNO ALLO SCARLETPresentazione ETERNO RITORNO A FIORENZUOLA D'ARDA (PC)Presentazione ETERNO RITORNO AL RITOTTO TEATRO MAGNANI DI FIDENZA
 
LA FORMA DELLE EMOZIONI

         LA FORMA DELLE EMOZIONI
Recensione di Lorenza Pellegrini
Il Giornale di Fidenza
18/12/2009
L'Eterno Ritorno di Lorenza.

Dopo la presentazione ufficiale al Ridotto del Teatro Magnani, al di là delle parole e dei ringraziamenti reciproci e di rito tra assessore alla cultura Lina Callegari e l’autrice Lorenza Pellegrini e delle belle parole spese dal preside della Zani Paolo Mesolella nei confronti della collega – autrice, resta, più importante, il libro.
Lorenza Pellegrini, fidentina, insegnante di Italiano, una laurea al Dams, un altro romanzo e diverse pubblicazioni di carattere culturale su riviste locali, esce in questi giorni con la sua ultima fatica: “Eterno Ritorno”, romanzo edito dalle Edizioni Montag.
Nessuna implicazione filosofico-nietzscheana, al contrario di quanto il titolo potrebbe far supporre, ma un’opera sui generis, di contaminazione tra romanzo giallo e fantasy, incasellabile forse soltanto in quella categoria letteraria denominata slipstream, a metà strada tra letteratura mainstream (o classica) e fantastica. “Il libro” tiene a precisare l’autrice “non è una continuazione del mio primo romanzo "Doppio Tempo": la trama è completamente diversa, le due storie non hanno alcun legame tra loro. Se continuità c’è, c’è soltanto dal punto di vista stilistico e dell’architettura letteraria. Lo stile di un autore infatti difficilmente si modifica, soprattutto in pochi anni. La concezione e la struttura del romanzo sono rimaste le medesime: invece dei classici capitoli vi sono sequenze dal sapore cinematografico aperte ed introdotte non da un titolo ma dalla prima riga della pagina. Anche la scrittura è rimasta la stessa, fatta di periodi brevi, secchi, incisivi e anche qui, infine, vi è un doppio finale. Alla fine sta al lettore decidere a quale attenersi”.
L’opera concepita ed iniziata a scrivere nel ’95 e ripresa, dopo una lunga pausa, nel 2006 per essere terminata, nella sua prima stesura, alla fine del 2007, ha avuto la fortuna di capitare tra le mani dell’editor Fabrizio Bianchini che, intuendo le potenzialità della storia e della scrittrice ed intervenendo con suggerimenti e modifiche là dove necessario, ha consentito al romanzo di acquisire la sua forma definitiva. “È stata una fortuna” sostiene la Pellegrini “conoscere Bianchini e incontrare l’editore Montag. La grande editoria, quella delle case editrici più conosciute e prestigiose, è di fatto inaccessibile a tutti quegli autori principianti e semisconosciuti che non siano seguiti e aiutati da un agente letterario”.
Delle vicende del libro l’autrice non ha voluto parlare, preparando però i lettori ad aspettarsi non un’opera di letteratura in senso stretto, ma qualcosa che assomiglia molto alla sceneggiatura di un film, un’opera, per dirla con le sue parole “strana e che farà sentire strano anche chi la legge”.

Diego Bonell



eterno ritorno -Articolo Gazzetta di Parma-
leggi l'articolo

Commenti Eterno ritorno..continua

Commento Giusi

Cara Lorenza,

... ho appena finito di leggere Eterno ritorno.


Confermo la forte sensazione cinematografica che si respira fin dall'avvio, mi interessava vedere come venivano sciolti i vari nodi in sospeso ("come" non solo da un punto di vista di successione cronologica, ma di "scioglimento del plot") e, a mio avviso - modestissimo - tutto si è retto su un perfetto equilibrio, eventi e pensieri si succedono a ritmo scandito senza dissonanze.

Ho notato un'accelerata finale sul destino di (…) (parte tagliata per non svelare) ... poi decisamente liberatoria la morte di (…) (parte tagliata per non svelare) - inquietante la sequela di (…) (parte tagliata per non svelare).  

Storia avvincente, stile originale.


A quando il prossimo romanzo?


 

Commento Lella (da Facebook)

 

Cara Lorenza,

sono rimasta affascinata dal tuo modo di scrivere, che già conoscevo, ma in questo romanzo hai potenziato la tua indubbia capacità di tenere alta la tensione, di far vivere le emozioni dei personaggi al lettore, che non può non immedesimarsi in molti di loro.
Sono d'accordo nell'affermare che non è facile inserire ETERNO RITORNO in un genere preciso, certo è un genere che prende, che emoziona.


Uno vive una vita assolutamente normale, piena di soddisfazioni, spesa tra la famiglia, il lavoro, gli amici animali e non... ma un giorno tutto cambia! Cosa è successo? E leggo... e divoro le righe… le pagine... e viaggio in tempi e luoghi e situazioni della quotidianità mediatica e inizio a vivere con LO un pezzetto di vita, che forse non ci aspetta, ma che forse è possibile… chissà! E' una speranza che molti di noi hanno coltivato nei sogni, forse negli incubi, ma certo immaginato.


Amici di Facebook, leggete ETERNO RITORNO poi mi direte!


Ora anch'io lo RILEGGO con calma per godermi quei particolari che l'urgenza di conoscere non ti permette di interiorizzare.

 




 
Copyright (c) 2010  lorenzapellegrini.it  All rights reserved. Design by Free CSS Templates.
www.lorenzapellegrini.it